Notizie

Novità dal mondo delle corse

Campionati - 2016 Roal Motorsport

Notizie > I piloti del BMW Team Italia protagonisti in gara 1 al Mugello
15 Ottobre '16 - Campionato Italiano Gran Turismo I piloti del BMW Team Italia protagonisti in gara 1 al Mugello

Alessandro Zanardi superbo sesto al debutto con la BMW M6 GT3 del BMW Team Italia. Stefano Comandini e Alberto Cerqui costretti al ritiro negli ultimi giri a causa dell’azzardata manovra di un avversario mentre occupavano la terza posizione, dopo una spettacolosa rimonta dal decimo posto sullo schieramento di partenza. È questo il bilancio del BMW Team Italia nella prima delle due gare in programma questo fine settimana sul veloce circuito toscano del Mugello, ultima prova del Campionato Italiano Gran Turismo.

Scattato dall’ottava posizione, Zanardi ancora una volta ha stupito tutti concludendo al sesto posto, dopo essere stato quinto a metà gara. Il regolamento sportivo ha infatti obbligato il bolognese della BMW a 15” supplementari di sosta al ‘pit stop”, imposti ai piloti che vengono iscritti al Campionato Italiano GT nella seconda parte della stagione. Ad essi, Zanardi ha dovuto aggiungere ulteriori 5” previsti per chi gareggia da solo, come appunto il pilota della BMW M6 GT3 numero 50. Rientrato in pista in decima posizione, Alessandro ha recuperato, a suon di giri veloci, fino al sesto posto. Il risultato avrebbe potuto essere migliore senza l’intervento della ‘safety car’, negli ultimi quattro giri, che gli hanno impedito di conquistare la quinta piazza.

Ma c’è dell’altro per spiegare la straordinaria prestazione di Zanardi in gara 1 al Mugello. Il bolognese può utilizzare, per tutto il fine settimana, soltanto tre set di pneumatici per prove e gara. Ha perciò dovuto rinunciare alla seconda sessione di prove libere, disputatasi su asfalto asciutto, per conservare almeno quattro pneumatici nuove per le qualificazioni; nelle quali ha ottenuto l’ottavo tempo nel primo turno e addirittura il terzo nel secondo.

Stefano Comandini e Alberto Cerqui non hanno visto il traguardo. Davvero competitivi già dai primi giri, i due piloti del BMW Team Italia hanno disputato una corsa tutta all’attacco, sempre nel gruppetto delle vetture di vertice. Soltanto la sconsiderata manovra di un avversario ha impedito loro il terzo posto: un urto nella parte posteriore destra della BMW M6 GT3 ha provocato la rottura della sospensione.

Roberto Ravaglia, responsabile del BMW Team Italia: “Ciò che ha compiuto oggi Alessandro Zanardi è un'autentica magia. Finire a ridosso dei primi malgrado la penalizzazione impostagli dal regolamento, e girare con i tempi dei migliori, è assolutamente stupefacente. Non ci aspettavamo che arrivasse tanto avanti e nel modo che ci è arrivato. Ha disputato un solo turno di prove libere, eppure in gara ha guidato la BMW M6 GT3 con una sicurezza sconcertante per uno al debutto con la coupé tedesca. Non ha commesso un solo errore. Difficile fare meglio. Quanto a Cerqui e a Comandini, la loro corsa è stata superlativa. Ancora una volta, in questa stagione, la sorte si è purtroppo accanita contro impedendo loro il podio, che mai come in questa occasione avrebbero meritato per la velocità con cui hanno recuperato dal centro dello schieramento al terzo posto. Domani si prenderanno al rivincita, ne sono certo”.

Domani domenica 16 ottobre si disputerà la seconda gara, con partenza alle ore 16.50. Alessandro Zanardi scatterà dalla seconda fila, Alberto Cerqui e Stefano Comandini dalla quarta.  
 

Torna alla lista